U
c

1

Tecnico competente in acustica

2

180 ore

Legge 26 ottobre 1995, n. 447 e decreti attuativi

E’ previsto il rilascio dell’attestato di CERTIFICAZIONE

Durata del corso:

180 ore (60 di pratica)

N. Partecipanti:

Max 30

A chi è rivolto:

Aspiranti tecnici competenti in acustica

 

Obiettivi del corso

Fornire agli aspiranti tecnici competenti le conoscenze necessarie ad effettuare la determinazione ex ante e ex post, mediante misurazioni e calcoli, del rispetto dei valori stabiliti dalle vigenti norme di settore nazionali (legge 26 ottobre 1995, n. 447 e decreti attuativi) e fornire competenze che consentano ai tecnici competenti di operare con professionalità nei settori dell’acustica applicata agli ambienti di lavoro e all’industria, dell’acustica forense e della pianificazione e progettazione acustica rispettivamente per l’ambiente esterno e interno.

L’art. 21 del D.lgs. n. 42/2017 istituisce presso il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, l’elenco nominativo dei soggetti abilitati a svolgere la professione di Tecnico competente in acustica, sulla base dei dati inseriti dalle regioni o province autonome.
In tale elenco nominativo potranno essere iscritti soltanto coloro che siano in possesso della laurea o laurea magistrale ad indirizzo tecnico o scientifico (come specificato in allegato 2 del D.lgs. n.42/2017) e di almeno uno dei seguenti requisiti:

  1. avere superato con profitto l’esame finale di un master universitario con un modulo di almeno 12 crediti in tema di acustica, di cui almeno 3 di laboratori di acustica, nelle tematiche oggetto della legge 26 ottobre 1995, n. 447, secondo lo schema di corso di cui all’allegato 2 del D.lgs. n. 42/2017;
  2. avere superato con profitto l’esame finale di un corso in acustica per tecnici competenti svolto secondo lo schema riportato nell’allegato 2;
  3. avere ottenuto almeno 12 crediti universitari in materie di acustica, di cui almeno 3 di laboratori di acustica, rilasciati per esami relativi ad insegnamenti il cui programma riprenda i contenuti dello schema di corso in acustica per tecnici competenti in allegato 2;
  4. aver conseguito il titolo di dottore di ricerca, con una tesi di dottorato in acustica.

Tale decreto prevede che, in via transitoria, per un periodo di non più di cinque anni dalla data di entrata in vigore, potrà essere iscritto nell’elenco nominativo anche chi è in possesso del diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o maturità scientifica e dei seguenti requisiti:

  • aver svolto attività professionale in materia di acustica applicata per almeno quattro anni, decorrenti dalla data di comunicazione dell’avvio alla regione di residenza, in modo non occasionale, in collaborazione con un tecnico competente ovvero alle dipendenze di strutture pubbliche di cui all’articolo 2, comma 8, della legge 26 ottobre 1995, n. 447, attestata da idonea documentazione. La non occasionalità dell’attività svolta è valutata tenendo conto della durata e della rilevanza delle prestazioni relative ad ogni anno. Per attività professionale in materia di acustica applicata si intende:
    1) effettuazione di misure in ambiente esterno ed abitativo unitamente a valutazioni sulla conformità dei valori riscontrati ai limiti di legge;
    2) partecipazione o collaborazione a progetti di bonifica acustica;
    3) redazione o revisione di zonizzazione acustica;
    4) redazione di piani di risanamento;
    5) attività professionali nei settori dell’acustica applicata all’industria ovvero acustica forense;
  • avere superato con profitto l’esame finale di un corso in acustica per tecnici competenti svolto secondo lo schema riportato nell’allegato 2 del D.lgs. n. 42/2017.

 

Programma Corso

MODULI DEL CORSO

  • MODULO I – Fondamenti di acustica
  • MODULO II – La propagazione del suono e l’acustica degli ambienti confinati
  • MODULO III – Strumentazione e tecniche di misura
  • MODULO IV – La normativa nazionale e regionale e la regolamentazione modulo IV comunale
  • MODULO V – Il rumore delle infrastrutture di trasporto lineari
  • MODULO VI – Il rumore delle infrastrutture portuali e aeroportuali
  • MODULO VII – Altri regolamenti nazionali e normativa dell’Unione europea
  • MODULO VIII – I requisiti acustici passivi degli edifici
  • MODULO IX – Criteri esecutivi per la pianificazione, il risanamento ed il controllo delle emissioni sonore
  • MODULO X – Rumore e vibrazioni negli ambienti di lavoro
  • MODULO XI – Acustica forense
  • MODULO XII – Esercitazioni pratiche sull’uso dei fonometri e dei software di acquisizione
  • MODULO XIII – Esercitazioni pratiche sull’uso dei software per la progettazione dei requisiti acustici degli edifici
  • MODULO XIV – Esercitazioni pratiche sull’uso dei software per la propagazione sonora

Il corso si conclude con un esame, ai fini del rilascio d’attestazione finale di profitto valida in tutt’Italia, tenuto da una commissione composta da due membri esperti scelti tra i docenti del corso e da un membro indicato dalla regione competente.

 

Certificazione

Il corso si conclude con un esame, ai fini del rilascio d’attestazione finale di profitto valida in tutt’Italia, tenuto da una commissione composta da due membri esperti scelti tra i docenti del corso e da un membro indicato dalla regione competente.

 

 

 

contattaci

Vuoi ricevere maggiori informazioni su questo corso? Contattaci compilando il modulo sottostante.

    Open chat
    Hai bisogno di maggiori informazioni?