OSA OPERATORE SOCIO ASSISTENZIALE ORE 900

L’Operatore Socio Assistenziale è colui che, a seguito del conseguimento dell’attestato di qualifica, ottenuto al termine di una specifica formazione professionale, svolge attività indirizzata a soddisfare i bisogni primari della persona, nell’ambito delle proprie aree di competenza, in un contesto sia sociale che sanitario favorire il benessere e l’autonomia dell’utente.

E’ previsto il rilascio dell’attestato di CERTIFICAZIONE

durata

Ore 700 (420 di lezioni teorico + 280 di stage)

N. Partecipanti

a chi è rivolto

Compimento del 18° anno di età. Completamento del 1° ciclo di Istruzione (scuola media inferiore)

Obiettivi del corso

L’operatore Socio-Assistenziale è un operatore che, in possesso di adeguata preparazione culturale e professionale, svolge la sua attività prevalentemente nell’assistenza diretta e di cura dell’ambiente di vita, sia a domicilio dell’utente che nelle strutture di cura residenziali. Opera in collegamento con i servizi e con le risorse sociali al fine di favorire l’autonomia personale dell’utente nel rispetto della sua autodeterminazione. E’ in grado di affrontare situazioni di bisogno particolari mediante assistenza capillarizzata sul territorio, evitando da una parte, disagi alle persone in stato di bisogno e alle loro famiglie e, dall’altra, il sovraffollamento e l’uso improprio delle strutture sanitarie e ospedaliere. Svolge la sua attività in strutture pubbliche e private e/o convenzionate, in maniera organizzata in cooperative sociali o in modo autonomo.

Le mansioni:

  • L’OSA è un operatore preposto all’assistenza diretta alla persona, all’aiuto domestico, alle prestazioni igienico sanitarie di semplice attuazione.

La spendibilità della professione:

  • L’OSA svolge le sue attività sia nel settore sociale che sanitario, in servizi di tipo socio assistenziale, residenziale o semiresidenziale, in ambiente ospedaliero e al domicilio dell’utente, in collaborazione con gli altri operatori professionali secondo il criterio del lavoro multifunzionale. Notevole importanza hanno conquistato negli ultimi anni le RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali), dove l’OSA trova una giusta collocazione.

 

L’operatore socio assistenziale conosce:

  • legislazione nazionale e regionale sull’assistenza sociale
  • contratto di lavoro e principali normative regolanti il rapporto di lavoro
  • nozioni di pronto intervento
  • rete dei servizi territoriali e figure professionali coinvolte nella cura dell’anziano
  • organizzazione dei servizi socio assistenziali
  • diritti e doveri della persona assistita.

Le funzioni e l’attività dell’OSA:

  • Assistenza diretta ed aiuto domestico alberghiere, intervento igienico sanitario e di carattere sociale, supporto gestionale, organizzativo e formativo.
  • Le competenze dell’OSA si possono distinguere in:
  • Competenze di tipo tecnico specifico: l’O.S.A. conosce le norme di primo soccorso e pronto intervento, elementi di igiene, tecniche domestico alberghiere, metodologie di trasporto e mobilità degli utenti;
  • Competenze di tipo intellettivo: l’O.S.A. conosce le principali tipologie d’utenti e le problematiche connesse;
  • Competenze di tipo morale: l’OSA secondo i criteri dell’etica professionale sa interagire con l’équipe e con l’utente.
  • Competenze tecnico-professionali

L’operatore socio assistenziale è in grado di:

  • analizzare i bisogni e le situazioni di rischio dell’assistito
  • analizzare le risorse attivabili
  • svolgere attività di gestione domestica finalizzata al governo della casa in senso lato (pulizia stanze, ventilazione, illuminazione, cura degli arredi ed attrezzi necessari alla pulizia del soggetto)
  • svolgere attività volta all’igiene del soggetto -realizzare interventi tesi a favorire l’autosufficienza del soggetto nell’attività giornaliera
  • informare l’assistito rispetto al funzionamento dei servizi sociali e leggi vigenti in materia
  • eseguire correttamente le pratiche per l’alzata
  • applicare le tecniche per facilitare la deambulazione di utenti di diverso gradodi inabilità
  • applicare le tecniche per l’assunzione di posture corrette
  • applicare le tecniche per supportare l’utente nell’assunzione dei cibi
  • sostenere, mantenere o ripristinare l’integrazione sociale dell’assistito

 

Programma – le materie di insegnamento sono articolate nelle seguenti aree disciplinari

1Modulo di Presentazione corso

2Modulo tecnico (7 ore)

3Modulo pratico ai fini dell’abilitazione alla conduzione sia di gru a rotazione in basso che di gru a rotazione in alto (6 ore)

4Verifica finale

certificazione

  • Attestato di frequenza al corso di “ASPIRANTE GUARDIA PARTICOLARE GIURATA” ai sensi del Decreto Ministeriale del 1 dicembre 2010 n. 269”;
  • Attestato di frequenza al corso breve MGA "Metodo Globale Autodifesa” svolto presso la palestra della "FIJLKAM Federazione Provinciale di Catania;
  • Attestato di Addetto Primo Soccorso rischio alto "categ. A", ai sensi dell'art. 3 DM 388/03 e artt. 18 e 45 D.lgs. 81/08 e s.m.i.;
  • Attestato di Addetto antincendio rischio medio, ai sensi del DM 10/3/1998 e D.Lgs. 81/08 e s.m.i.;
  • Attestato BLS- D "BASIC LIFE SUPPORT - DEFIBRILLATION" emesso dal 118 di Catania;
  • Certificato di idoneità al maneggio di armi corte e lunghe rilasciato dal TSN "Tiro a Segno Nazionale" di Catania;
  • Attestato security aeroportuale per il Personale che effettua il controllo dell'accesso ad un aeroporto nonché la sorveglianza ed il pattugliamento. Categoria A5 della Circolare ENAC SEC - 5A (paragrafo 11.2.3.5 Regolamento (UE) 185/2010);
  • Attestato di Tecniche Antiterrorismo;
  • Attestato di Tecniche antirapina;
  • Attestato Sicurezza sui luoghi di lavoro, art. 37 D.lgs. 81/08 e s.m.i.;
  • Attestato di stage presso gli istituti di vigilanza

contattaci

Diam sollicitudin tempor id eu. Enim ut sem viverra aliquet eget sit amet. Nisl tincidunt eget nullam non nisi est sit amet facilisis.

    Open chat
    Hai bisogno di maggiori informazioni?